Visualizzazione post con etichetta evento. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta evento. Mostra tutti i post

giovedì 26 settembre 2013

di Giovanni Cascavilla

Cambio di stagione: l’Autunno a Milano è americano

J. Pollock, n. 27, 1950
(Link foto)
L'arte e la cultura degli States sbarcano nel capoluogo lombardo con mostre, concerti, spettacoli teatrali e di ballo, film e dibattiti, da metà settembre fino a febbraio 2014.
Da martedì 24 settembre, la Milano a stelle e strisce accoglie il meglio dell'avanguardia di metà Novecento con la mostra d'arte contemporanea intitolata "Pollok e gli Irascibili. La scuola di New York". 40 capolavori, provenienti dal Whitney Museum di New York, raccontano la storia di un movimento rivoluzionario e sperimentale, nato in un momento di grande fermento e destinato a cambiare radicalmente il mondo dell'arte contemporanea.

martedì 17 maggio 2011

di Unknown

VideoPost | FestArte approda a Milano

Il FestArte VideoArt Festival  ha trovato asilo, durante lo scorso weekend, presso la Triennale di Milano.
Dall’11 al 15 maggio la mostra itinerante dei video finalisti del III Concorso Internazionale, prodotto da Federculture e organizzato dall’Associazione Culturale FestArte, è stata infatti ospitata nella prestigiosissima location del museo milanese.
Una tappa importante che si è aggiunta alle altre occasioni espositive che hanno finora toccato Roma, Ravello e Ancona.

Ventidue le opere in esposizione, divise nelle categorie – In Concorso; Fuori Concorso e Menzioni Speciali.
Il direttore artistico Lorena Benatti ha invitato artisti provenienti da 60 paesi del mondo per confrontarsi sul  tema della violenza invisibile, in tre diverse accezioni: privata, pubblica e sociale.


Eccovi una video intervista (a cura di Dillinger.it) alla Benatti che vi illustra i perché di Festarte.




Per maggiori informazioni sull'evento: http://www.festarte.it/.
Condividi questo post

lunedì 16 maggio 2011

di Unknown

"Il Mostro di Castelvecchio" arriva a L'Aquila e infonde il buon umore




15 maggio 2011, ore 18:00, giornata grigia, pioggia e nuvole su L'Aquila.

Una mastodontica scultura meccanica dai mille colori fa la sua comparsa in Piazza Duomo e come per magia la giornata cambia aspetto.

Ve lo presento: è "Il Mostro di Castelvecchio", opera di Anna Galtarossa.

Un potpurri di oggetti quotidiani dalle tinte sfavillanti. Uno strano essere coperto di stoffe, lane colorate, pompon, paillettes, frange.



Nonostante le previsioni meteorologiche il Mostro viene scaricato a terra, disimballato e preparato per l'evento. La pioggia continua ininterrottamente ma l'artista Anna Galtarossa non si perde d'animo e si da da fare per gli ultimi ritocchi alla sua creatura. 

Il tutto è pronto, il tempo di dare poche e semplici istruzioni ai due ragazzi che entreranno nella scultura per metterla in moto e via...Si parte!

Un totem magico che cammina per le vie del centro cogliendo di sorpresa i passanti che, senza accorgersene, si organizzano in una sorta di processione.

Il Mostro, buono ovviamente, emana allegria dappertutto.
In una città come L'Aquila, con il suo bel carico di malumore, ogni passo è un invito a reagire e a rimettere in moto i sogni.
Tra visione onirica e bellezza barocca, il mostro urla disperato buon umore.



Non è la prima volta che la creatura multicolore esce allo scoperto. I suoi primi passi li ha mossi in quel di Verona. L'artista stessa ci spiega come sia nata l'opera:
"Verona non è molto abituata all'arte contemporanea quindi ho cercato di fare un progetto per coinvolgere la città un po' di più ed ho pensato che il modo più semplice sarebbe stato entrare direttamente nella città e non restare chiusi nei musei"
Il Mostro oltre che a Verona è già stato in diverse città italiane ma qui a L'Aquila si respira un'atmosfera diversa. Il desiderio di infondere felicità è più sentito. E quasi per magia dopo i primi insicuri passi, anche il cielo smette di piangere e per un attimo regala un sorriso di luce, giusto il tempo di un giro in piazza.








Anna Galtarossa, classe 1975, vive e lavora tra S. Pietro In Cariano (VR) e New York. Lavora con la galleria Spencer Brownstone di New York, dove nel 2004 realizza la sua prima personale, in occasione della quale pubblica il suo primo libro City. Nel 2005 espone l’opera Kamchatka a Viafarini. Nel 2007 inizia la sua collaborazione con l'artista argentino Daniel González nei progetti Chili Moon Town Tour, galleggiante e itinerante città dei sogni che debutta come progetto speciale per México Arte Contemporáneo e Homeless Rocket With Chandeliers, Lambrate, Milano, una gru di 30 metri, utilizzata quotidianamente. Nel 2008 partecipa alla seconda Triennale di Torino curata da Daniel Birnbaum.




La passeggiata del Mostro è il primo di tre appumtamenti concepiti all'interno del progetto "L'Aquila l'identità del contesto" a cura di Francesca Referza e Maria Rosa Sossai.
Seguiranno Il progetto site - specific di Francesco Arena che sarà un invito a coltivare la consapevolezza dell’identità, così come la ricerca di Margherita Moscardini che indagherà le relazioni architettoniche e formali tra memoria e luogo, sollecitando le capacità percettive dello spettatore.

Eccovi il video dell'evento.

Condividi questo post

giovedì 12 maggio 2011

di Unknown

Bonito Oliva e Cacciari al Festival dell'arte contemporanea di Faenza

Per la quarta edizione del Festival dell'arte Contemporanea che si terrà a Faenza dal 20 al 22 maggio, i battenti saranno aperti dal critico d'arte Achille Bonito Oliva e dal filosofo Massimo Cacciari.

Forms of Collecting/ Forme della committenza, questo il titolo scelto quest'anno, ruoterà intorno all'arte contemporanea focalizzando l'attenzione sulle istituzioni, i collezionisti ed il pubblico.

L'intervento di A. B. Oliva e Cacciari si soffermerà proprio sulla nuova committenza.
Essendo oramai l'arte alla portata di tutti, fuori dai contesti consueti e sempre più libera ed inaspettata, si rivelerà sempre più importante spingere il sistema dell'arte verso una committenza pubblica, mantenendo comunque a galla l'iniziativa privata.

A. B. Oliva
 
A. B. Oliva a riguardo ha già dichiarato:

"In un sistema dell'arte globale e in un'avanzata società di massa s'impone una nuova committenza pubblica mentre restano inalterate velocità, dinamismo e vitalità del collezionismo privato. Nell'ambito sociale si impone sempre di più la committenza pubblica che chiede all'artista interventi fuori cornice per intercettare l'immaginario collettivo e sviluppare un'ulteriore estetizzazione del quotidiano

Per informazione più dettagliate sull'evento cliccate qui
Condividi questo post

mercoledì 11 maggio 2011

di Unknown

Sogno o son desta? Il 14 maggio torna "La Notte dei Musei"



Dite a Morfeo di non venire a farvi visita la notte del 14 maggio perché sarete svegli e magari in coda, speriamo non troppo lunga, per ammirare le meraviglie dei nostri innumerevoli musei. Torna infatti "La Notte dei Musei".

La manifestazione nasce nel 2005 su idea del Ministero della Cultura e della Comunicazione francese. 
La Notte dei Musei consentirà al visitatore di scoprire le collezioni permanenti, senza fretta e in tranquillità, senza preoccuparsi dell'orario di chiusura.
I musei che aderiscono all'iniziativa, oltre ad offrire l'entrata gratuita, con l’organizzazione di spettacoli e manifestazioni, rimangono aperti fino alle 2.00 di notte (ultima entrata all’1.00).

Riportiamo la mappa degli eventi segnalati, pubblicata sul sito ufficiale dell'evento http://www.lanottedeimusei.it

Fonte mappa: http://www.lanottedeimusei.it/

Per segnalare un evento da inserire nella mappa vi invitiamo a visitare la pagina ufficiale: http://www.lanottedeimusei.it/mappa/

Per informazioni più dettagliate riguardo gli eventi cliccate qui 
Condividi questo post